verso / l’immagine
volti e voci della poesia italiana del Novecento

Casa Moretti
12 giugno – 12 settembre 2004

mostra fotografica
orari: giugno e settembre_sabato e domenica 15.30-18.30
luglio e agosto_tutti i giorni 16.30-22.30

 

Si inaugura sabato 12 giugno alle ore 18.30 la mostra "Verso l’immagine. Volti e voci della poesia italiana del Novecento". Curata da Niva Lorenzini e Manuela Ricci, la mostra fotografica espone i ritratti dei maggiori autori del secolo appena chiuso, con scatti di Giovanni Giovannetti, Nicola De Luigi, Stefano Simoncelli e i materiali dell’archivio iconografico di Casa Moretti. Catalogo: Crocetti Editore, Guaraldi Editore.

Non è facile conoscere il volto dei poeti: poco presenti nei circuiti mediatici, i contemporanei vivono spesso un autentico esilio dalla cronaca che è invece disposta ad immortalare facce televisive, politiche, sportive… Ciò, in realtà, non guasta il lavoro schivo di questi artigiani-artisti, nelle cui inflessioni di voce si coglie la vibrazione sonora di una inesausta aspirazione alla conoscenza e alla verità: difficile, è vero, da catturare in video eppure così parlante al cuore del nostro tempo.

In questa mostra invece si mette a fuoco la fisionomia dei poeti italiani del Novecento, anche perché il XX secolo è il primo documentabile per intero attraverso le immagini dei suoi protagonisti. E l’occasione non è di poco conto. Si potrebbe perfino ravvisare un motivo di ordine critico, seppure non sia il solo. Non di rado capita infatti di osservare un’analogia fra la scrittura di un autore con il suo volto, come - per fare un esempio prossimo – nel caso di Moretti, fra l’estrema asciuttezza, la spigolosità quasi, dell’uomo anziano e della sua epigrammatica poesia matura.

Ma il senso di questa esposizione è anche quello di entrare nella vita vissuta dei poeti. L’abitudine di leggerli nelle antologie scolastiche, ingessati e cristallizzati nel ruolo dell’ufficialità, li rende spesso lontani, come fossero estranei alle circostanze della vita. Invece è l’opposto: non c’è poeta che non abbia una superiore sensibilità per la vita quotidiana, che non tocchi e ritocchi il canovaccio dei giorni con una intimità e una pietà sorprendenti.

Un album nel quale potranno esserci – come spesso accade – alcune assenze, anche perché un canone solido per l’ultima parte del "secolo breve" sembra non essere ancora stato stilato. Ma un album è un libro aperto, un’opera che va, via via, aggiornandosi…

Una piccola sezione della mostra è infatti dedicata alle foto scattate negli ultimi dieci anni durante gli incontri delle classi con i poeti, organizzati dal Liceo Scientifico "A. Einstein" di Rimini, in un progetto didattico che ha valorizzato appunto la presenza fisica degli autori.

Durante il percorso, le voci recitanti dei poeti accompagneranno le immagini. Senza la mediazione della pagina scritta questi volti e queste voci regalano le autentiche e pure emozioni della poesia.

INFO: 0547.79279 casamoretti@comune.cesenatico.fo.it